Fondo rotativo energia

Fondo rotativo energia

fondo_energia

Aggiornamento: 12 luglio 2017

La Regione ha attivato il nuovo fondo rotativo per l’energia: uno strumento finanziario di credito agevolato (fino al 100% del progetto) per efficientamento energetico e autoproduzione di energia da rinnovabili. Il tasso di interesse finito dipende dal tasso offerto dal soggetto gestore secondo la media ponderata di:

  • 70% provvista pubblica (36 milioni) 0 interessi
  • 30% provvista privata con interessi

Progetti da 25.000 € a 500.000 € per max 8 anni di rientro

Destinatari: imprese in forma singola o associata, società d’area, soggetti gestori di aree produttive, ESCo per gli interventi ammissibili a favore delle imprese.

Scadenza: 30 settembre 2017

Contributo a fondo perduto per spese tecniche: il Fondo può erogare un contributo a fondo perduto per il rimborso delle spese tecniche (diagnosi energetica e/o studio di fattibilità e/o progetto di investimento) sostenute per la preparazione e il supporto tecnico al progetto di investimento del destinatario finale ammesso a finanziamento. L’importo massimo del contributo a fondo perduto non può essere superiore al 12,5% della quota pubblica del finanziamento ed è erogato dopo la rendicontazione finale del progetto.

VIDEO infografica


Atre opportunità

la Regione ha riaperto il bando per concedere contributi alle PMI che realizzano una diagnosi energetica e attivano un sistema di gestione dell’energia conforme alla ISO 50001. Nuova scadenza: 31 luglio 2017

Qui una panoramica di bandi e altre opportunità su mobilità, energia e amianto per Comuni, famiglie, imprese.